Cuore e CircolazioneOli Essenziali

Olio Essenziale di Salvia per Pressione Bassa e Svenimento

Olio essenziale di salvia per pressione bassa e svenimento. L’ipotensione si verifica quando la massima è inferiore a 100 mmHg e la minima sotto i 60 mmHg. I sintomi che si verificano più spesso sono svenimento, vertigini e forte debolezza. Molto spesso compare anche quando si compie uno sforzo intenso sotto le alte temperature.

Olio Essenziale di Salvia per Pressione Bassa e Svenimento

I rimedi naturali per pressione bassa sono davvero tanti. In questo caso vedremo come usare un olio essenziale dalle mille proprietà. Ovviamente, se i sintomi compaiono giornalmente è bene parlarne con il medico. Se invece è occasionale, ecco come agire appena si avverte questo disturbo.

Occorrente:

3-5 gocce di olio essenziale di salvia
Fazzoletto o diffusore

Procedimento:

Come si usa l’olio essenziale di salvia per pressione bassa e svenimento? La salvia è un ottimo rimedio anche sotto forma di tisana per prevenire alcuni disturbi come la perdita di memoria e di concentrazione. Riduce anche ansia, vampate di calore durante la menopausa, giramenti di testa ed abbassa i livelli di colesterolo.

Appena avvertiamo senso di svenimento basta mettere 3 gocce di olio essenziale di salvia su un fazzoletto ed inalare. Anche se conosciamo una persona che soffre di questo disturbo possiamo consigliarle di tenere sempre a portata di mano quest’olio. Per prevenire l’ipotensione prima che i giramenti di testa siano troppo forti, mettiamo 5 gocce in un diffusore. Quindi respiriamo e rilassiamoci magari su un divano o una sedia.

L’olio essenziale di salvia per pressione bassa e svenimento fa parte di quei prodotti naturali utili anche contro ansia e stress. Per rilassarci possiamo fare un bel bagno caldo mettendo nell’acqua 10 gocce di olio essenziale di salvia. In questo modo sciogliamo le tensioni, stimoliamo la mente e risolviamo problemi ormonali. Come per tanti rimedi naturali, è bene consultare il medico in alcuni casi. Il primo è quando si tratta di “curare”i bambini ed il secondo quando la persona da curare è incinta.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker