Mani e PiediSALUTE

Olio Di Ricino per Verruche su Mani e Piedi

Olio di ricino per verruche su mani e piedi. Le verruche sono delle escrescenze di pelle dure ed antiestetiche che si formano soprattutto su mani e piedi. Non presentano una grave malattia, ma sono fastidiose nel momento in cui indossiamo delle scarpe ed afferriamo qualcosa con le mani. Un rimedio naturale molto potente è l’olio di ricino per verruche.

Olio Di Ricino per Verruche su Mani e

Di solito le verruche andrebbero fatte togliere, cauterizzando la parte. Quando le verruche si presentano di piccole dimensioni, curiamole direttamente con i rimedi naturali. In questo caso l’olio di ricino per verruche è estremamente funzionale. Non dobbiamo ricorrere ad uno specialista, grazie ai benefici e funzionalità di questo olio. I prodotti naturali specifici, ci aiutano ad eliminare definitamente le verruche.

Occorrente:

Olio di ricino
Bicarbonato di sodio
Benda sterile (e nuova)

Procedimento:

L’olio di ricino è di colore giallo paglierino, con aspetto denso e vischioso. Odore e sapore non sono gradevoli. La sua composizione non gli permette il congelamento, neanche a temperature inferiori allo zero. Un rimedio naturale, usato come lassativo naturale. Ai giorni nostri gli sono state riconosciuti numerosi impieghi e benefici curativi. L’olio di ricino per verruche su piedi e mani è solo uno dei molteplici benefici che possiede.

Mescoliamo il bicarbonato di sodio unitamente all’olio di ricino per verruche. Andiamo avanti sino ad ottenere un impasto denso ed appiccicoso. Applichiamolo ogni giorno per quattro settimane sulla verruca. Quindi copriamo con una benda, senza toccare. Ripetiamo l’operazione ogni giorno, sino alla completa guarigione della verruca. L’olio di ricino per verruche con il bicarbonato di sodio sono un mix naturale guaritivo, senza controindicazioni.

Ricordiamo che l’olio di ricino assunto per via interna è un forte lassativo. Non usiamolo in caso di ulcera e colite. Per uso esterno, come l‘olio di ricino per verruche, possiamo incorrere in controindicazioni come rossore, eritema, prurito o sfoghi allergici. Se lo utilizziamo per la prima volta, spalmiamone una piccola quantità sulla pelle e verifichiamo la reazione.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai un Adblock Attivato

Per favore, supporta il nostro lavoro e disabilita l'Adblock! A te non costa nulla, per noi significa tanto. Grazie