Fegato e ReniTisane e Infusi

Equisteto per Calcoli Renali

Rimedio Naturale Contro la Calcolosi Renale (Calcoli ai Reni)

Equiseto per calcoli renali. La calcolosi renale è una condizione che può verificarsi per diversi motivi. A volte ci sono motivi ereditari, altre volte infezioni urinarie o una cattiva alimentazione. In particolare, una dieta ricca di ossalati possono far formare i calcoli ai reni. Vediamo come “prevenire” questa patologia.

Equisteto per Calcoli Renali

Come accennato esistono diversi rimedi naturali per i calcoli ai reni. Il decotto di equiseto (coda cavallina) può anche prevenire ricadute a chi ha ne già sofferto in passato. Oltre a bere molta acqua, è bene assumere liquidi attraverso le tisane. Vediamone una molto efficace.

Occorrente:

  • 2 grammi di equiseto in polvere (oppure una bustina)
  • 200 ml di acqua

Procedimento:

A volte prevenire i calcoli ai reni non è facile quando il fattore ereditario gioca un ruolo predominante. Fortunatamente attraverso corrette abitudini alimentari possiamo limitarne i danni e evitare che si formino nuovamente. E’ bene mangiare alimenti come cicoria, riso, patate ma anche cetrioli e finocchi. Evitiamo invece quelli ricchi di ossalati che invece favoriscono la formazione di calcoli.

Prima di provare un rimedio naturale contro i calcoli ai reni, consultiamo sempre lo specialista. In questo modo possiamo evitare fastidiose controindicazioni. Ma come si prepara il decotto di equiseto per calcoli renali? Il procedimento è davvero semplice. Per prima cosa procuriamoci l’equiseto essiccato oppure i filtri. Entrambi si trovano in erboristeria oppure su internet ad un prezzo abbastanza contenuto.

Ora procediamo alla preparazione del decotto. Mettiamo un cucchiaino di erba in una tazza di acqua calda e lasciamo riposare per 10 minuti. Una volta tiepido, beviamo il decotto di equiseto per calcolosi renale a metà mattina o pomeriggio. L’importante è non assumerlo in concomitanza dei pasti. Per prevenire i calcoli ai reni vanno bene un paio di tazze al giorno senza superare questa dose.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker