Mani e PiediSALUTE

Aglio per Verruche su Piedi e Mani

Aglio per verruche su piedi e mani. Le verruche sono un problema diffuso e molto comune. Molto spesso le zone del corpo interessate sono le dita delle mani o il palmo dei piedi. Queste escrescenze risultano molto dure e seppur non doloranti. Risultano molto fastidiose quando si indossano le scarpe. Nei casi più gravi consigliamo di rivolgervi ad un dermatologo ma un problema come le verruche può essere anche trattato con i rimedi naturali.

Aglio per Verruche su Piedi e Mani

Vedremo da vicino uno dei rimedi naturali più conosciuti per curare le verruche, l’aglio. Usare l’aglio per verruche su piedi e mani è una delle soluzioni migliori. Le applicazioni di aglio, infatti, sono molto utili per far seccare la verruca fino alla totale rimozione della stessa. Questo procedimento può richiedere del tempo a seconda della grandezza e dello spessore della verruca interessata.

Occorrente:

Qualche sottile fettina di aglio

Procedimento:

L’aglio è un noto e potente antivirale. Utilizzando l’aglio per verruche su piedi e mani sfruttiamo appieno queste sue proprietà. Solitamente le capacità antivirali dell’aglio vengono apprezzate dopo il suo consumo, quando viene assunto per bocca, ma non è questo il caso. Quando si vuole usare l’aglio per curare le verruche quello che dobbiamo fare è ricorrere al tipico rimedio della nonna.

Tagliamo un sottile fettina di aglio, oppure prepariamo un macerato a base di aglio per verruche. Ora, aiutandoci con un cerotto, fissiamo la fettina di aglio direttamente sulla verruca. Per una questione di praticità è conveniente fare queste applicazioni durante la notte. Questo rimedio naturale deve essere ripetuto ogni giorno. Con il tempo la verruca diventerà nera e una volta secca sarà facile da rimuovere.

L’impacco a base di aglio per verruche su piedi e mani ha necessità di essere ripetuto ogni giorno per fare effetto. Prestiamo però attenzione ad utilizzare l’aglio solo in prossimità della zona interessata. Se a contatto con la pelle sana, infatti, questo tubero potrebbe dar luogo ad arrossamenti. In alcuni casi potrebbe verificarsi anche bruciore. Se il problema persiste e non accenna a diminuire rivolgiamoci al nostro dermatologo.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai un Adblock Attivato

Per favore, supporta il nostro lavoro e disabilita l'Adblock! A te non costa nulla, per noi significa tanto. Grazie